3 domande a ….Raffaele Picilli (EU Consult)

A pochi giorni dal congresso autunnale di EU Consult a Roma (13-14 ottobre), abbiamo incontrato Raffaele Picilli, fondatore di Raise the wind e componente del board dell’organizzazione europea che mette in rete consulenti del Terzo settore.

Quale il valore aggiunto di EU Consult rispetto ad altri network, in termini di rappresentatività del settore, oltre che di finalità?

Direi di partire dall’inizio e tornare indietro di 26 anni, quando un nutrito gruppo di consulenti europei del Terzo Settore taglia il nastro di EUConsult Europe.  EUConsult Europe è stata fondata con lo scopo di promuovere lo sviluppo e la qualità del settore NonProfit europeo e dei relativi servizi di consulenza professionale. L’organizzazione oggi mette a disposizione dei propri associati molti servizi. Tra questi, due workshop annuali con relatori di alto livello che si svolgono a rotazione nelle capitali dei paesi dai quali provengono i vari associati e offrono aggiornamenti sulle problematiche del Terzo Settore e un servizio permanente di mentoring per il confronto e il reciproco scambio di idee. I soci di EUconsult aderiscono al Codice Etico dell’organizzazione che rappresenta il documento comportamentale sul quale si basa tutta l’attività dell’associazione e dei suoi membri. EUConsult Italia, nata alcuni anni fa, segue tutte le linee guida dell’associazione madre. La sua mission è sia di fornire servizi ai consulenti del settore Nonprofit, incoraggiandone e stimolandone il comportamento etico e professionale, sia la collaborazione e lo sviluppo delle competenze tecniche. Ha sede a Roma ed è guidata dal Presidente Francesca Zagni e da un consiglio direttivo composto da Pasquale Pesce, Annalisa Lalumera, Massimo Maria de Meo, Antonella Giacobbe e Raffaele Picilli.

Possono aderire all’associazione i consulenti in tutti gli ambiti professionali: esperti in progettazione sociale, in management del Nonprofit, direttori di importanti Istituzioni Nonprofit, manager del Terzo Settore, Formatori che operano nel settore Nonprofit, Esperti in fundraising, direct mail, telemarketing, servizi SMS, comunicatori, creativi,  avvocati e notai specializzati nel settore Nonprofit, commercialisti e ragionieri commercialisti, consulenti del lavoro, giornalisti esperti del Terzo Settore e professionisti a capo di grandi società di consulenza che operano anche per il settore Nonprofit, ditte individuali e consulenti junior. Va precisato che non puntiamo alla quantità dei nostri iscritti ma alla qualità.

Quali sono gli obiettivi dell’associazione nel prossimo futuro?

Gli obiettivi dell’associazione sono molteplici: una selezione molto accurata dei soci che dovranno dimostrare almeno quattro anni di attività professionale; lo sviluppo professionale attraverso la formazione dei soci; fornire opportunità di networking e collaborazione a livello nazionale ed europeo; incontri annuali tematici (in Italia e in Europa) su innovazione, marketing e sviluppo del Terzo Settore; l’incremento delle competenze professionali grazie ad un servizio personalizzato di mentoring; lo sviluppo del business per aiutare le aziende dei soci a crescere e a fare rete; elevare gli standard professionali dei soci utilizzando il codice di condotta etica; creare partnership con altre associazioni di categoria per rafforzare le reti relazionali. 

Come, nel quotidiano, EU Consult Italia interagisce con il network internazionale?

Ci manteniamo sempre aggiornati sulle novità del Terzo Settore Europeo grazie alla partecipazione agli eventi organizzati da EUConsult Europe. Quest’anno, siamo riusciti a portare in Italia l’evento invernale dell’associazione e dal 13 al 14 ottobre saremo a Roma per parlare del futuro dei consulenti del Terzo Settore in Europa. Sarà non solo occasione di confronto ma anche di formazione, accrescimento di network e scambio di buone prassi. Non esiste nessuna altra organizzazione del Terzo Settore che offre questo tipo di servizio.

Chi è Raffaele Picilli. Fundraiser, nel 2001 fonda il network di consulenti per il Nonprofit Raise the Wind. È l’ideatore del blog tematico www.beafundraiser.it, ha scritto diverse pubblicazioni sul fundraising, sulle tecniche di direct mail nonché ricerche comparative sul fundraising tra cui “Fundraising e people raising per la politica” Italia/Usa/U.K. edizioni 2010, 2013, 2015, 2016, “Fundraising e people raising per la sanità” Italia/Usa/U.K. 2012.  Dal 2013 è board member di EUConsult, organizzazione europea di consulenti per il Terzo Settore con sede ad Amsterdam e responsabile dipartimento fundraising del think tank Competere.eu. È autore, insieme a Marina Ripoli, di “Fundraising e comunicazione per la politica” Rubbettino Editore, 2014.